Cerca
  • Simona Di Berardino

"Mi manca il respiro": cause e rimedi per le riniti nasali


Chi ne è affetto sa benissimo quanto sia fastidiosa la rinite: è un disturbo della mucosa nasale che genera congestione nasale, starnuti frequenti, mal di testa e prurito.

La rinite può essere allergica o non allergica:

la rinite allergica si manifesta quando un allergene, come polvere o graminacee, irrita la mucosa nasale;

la rinite non allergica o vasomotoria non riconosce una causa e si può manifestare nel passare da una stanza un'altra, se si entra in un ambiente umido o se si fa un'eccessiva attività fisica.

Ne segue che la rinite allergica è limitata nel tempo mentre quella vasomotoria si può manifestare per tutto l'anno e in maniera cronica.

Che cosa avviene nel nostro naso? Il setto nasale è una parete che divide i due seni nasali che sono ricoperti dai turbinati: essi lavorano costantemente per riscaldare e umidificare l'aria prima del suo ingresso nella faringe. A causa di un'iperstimolazione dovuta o meno ad un allergene, i turbinati aumentano la loro attività e dunque si gonfiano impedendo all'aria di passare.

Ciò avviene perchè c'è un rilascio eccessivo di istamina: l'istamina è un composto azotato ampiamente diffuso nell'organismo, dove ricopre un ruolo di primo piano nelle risposte infiammatorie e allergiche, nella secrezione gastrica e in alcune attività cerebrali.

Tra le possibili cure per la rinite allergica ci sono gli antistaminici e gli spray al cortisone; più complessa è la situazione per le persone affette da rinite vasomotoria in quanto la causa scatenante non è facilmente identificabile. Gli esperti consigliano l'utilizzo di spray vasocostrittori per un periodo non più lungo di 5 giorni, e di cortisone il cui dosaggio va prescritto da uno medico.In ultima istanza si può ricorrere alla chirurgia cha attraverso la radiofrequenza riduce la dimensione dei turbinati. Il consiglio è quello di rivolgersi ad un otorinolaringoiatra.

Tra i rimedi naturali che possono limitare l'attivazione di istamina ci sono dei cibi che è meglio evitare in quanto istamino-liberatori quali: pomodori, fragole, banane, cioccolato, insaccati, tonno, aceto, formaggi stagionati e spinaci. Le concentrazioni di istamina negli alimenti dipendono dalla ricchezza di amminoacidi liberi e dalla presenza di determinati microorganismi.

Si consiglia inoltre di mantenere sempre i seni nasali puliti grazie all'utilizzo di soluzioni saline o fisiologiche.

In caso di rinite allergica si consiglia di effettuare una visita allergologica con test allergici.

Per Info e Prenotazioni 0863.36174 MEDILAB

#naso #respiro #rinite #allergia

0 visualizzazioni

             Palazzo Admiral

Via Tiburtina Valeria Km112,00

67050 Scurcola Marsicana (AQ)

Uscita Autostradale Avezzano

 

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page