Mal di Testa 10 cose che (forse) non sapevi

 

 

Mentalmente invecchiano più tardi, ma sono più inclini ad ansia e depressione, sono soprattutto donne, ma anche bambini, sono tantissimi eppure non si curano, alcuni perché pensano che di mal di testa si debba soffrire per una vita, altri perché … tanto basta una pasticca … e così il dolore si cronicizza con un costo annuo sociale impensabile.

 

  1. Il mal di testa colpisce il 12% della popolazione mondiale, 41 milioni di persone in Europa, 6 milioni di presone in Italia, 2/3 delle quali donne;

  2. Soffre di una qualche forma di mal di testa il 30% dei bambini dai 5 agli 11 anni, con qualche caso in età inferiore. Le crisi di dolore sono più frequenti in primavera e a fine anno scolastico;

  3. Ogni giorno 600.000 persone restano a letto per il mal di testa perdendo giornate di studio e lavoro con un costo individuale di 600 euro l’anno e un costo complessivo di 10 miliardi di euro l’anno per la comunità europea;

  4. L’emicrania è la 3° malattia più frequente del genere umano dopo la carie dentale (1°posto) e la cefalea di tipo tensivo (2° posto) e nonostante ciò solo il 25,5% degli emicranici consulta il medico curante e solo il 14,7% si rivolge a specialisti del settore;

  5. Chi soffre di mal di testa invecchia più tardi dal punto di vista cognitivo rispetto alla media della popolazione poiché il soggetto emicranico si caratterizza non solo per un inclinazione verso disturbi ansiosi ma anche per intelligenza vivace, estro e creatività;

  6. Le persone affette da sindrome del colon irritabile hanno un rischio decisamente più elevato del normale di soffrire di emicrania, depressione e dolori cronici;

  7. Una regolare attività fisica riduce la frequenza del mal di testa a patto che sia controllata. Il soggetto emicranico deve allenarsi ragionevolmente e soprattutto nutrirsi prima e dopo l’allenamento;

  8. L’emicrania peggiora con l’aumento del peso. Il meccanismo sembra essere quello del rilascio di sostanze vasodilatatrici e pro-infiammatorie da parte delle cellule adipose che induce un peggioramento nel paziente già soggetto ad emicrania;

  9. Il mal di testa è una patologia che ha memoria. Numerosi studi hanno riconosciuto che quando il dolore non viene controllato per molto tempo, le aree del cervello che elaborano questi stimoli tendono a diventare ipersensibili sviluppando una sorta di “memoria del dolore” che può amplificare le sensazioni dolore e farle insorgerle anche in presenza di stimoli minimi. Sopportare il dolore non è quindi solo un disagio ma può rendere ipersensibili il sistema di percezione alimentando il dolore in un circolo vizioso;

  10. Non è vero che non si cura. Le cefalee veramente intrattabili sono rarissime. Basta rivolgersi ad un centro cefalee o ad un neurologo esperto.

 

…….Se gli attacchi sono più frequenti della tua sopportazione chiamaci per prenotare un consulto con uno specialista 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Tel     0863.36174

Cell. 3271120680

Palazzo Admiral

Via Tiburtina Valeria Km112,00

67050 Cappelle dei Marsi (AQ)

Uscita Autostradale Avezzano

P. IVA e CF 12586261005

 

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page