Il vaccino come strumento di difesa

Vaccino si, Vaccino no: negli ultimi tempi si sta dibattendo molto su questo tema. Abbiamo fatto qualche domanda alla nostra Dott.ssa Antonella Gualtieri, già Primario presso il reparto di Pediatria di Avezzano ed esperta in Endrocrinologia, Dietologia e Nutrizione Pediatrica ed Auxologia.

 

 

 

Il recente decreto Lorenzin prevede che i bambini da 0 a 6 anni, che non hanno ancora effettuato tutte le vaccinazioni, non potranno essere iscritti e frequentare le scuole sia pubbliche che private. Invece, gli studenti delle scuole dell’obbligo dai 6 ai 16 anni potranno essere iscritti e accedere alle classi, ma dovranno mettersi in regola altrimenti i genitori saranno sanzionati con multe dai 100 ai 500 euro.

 

Ma il vaccino è realmente pericoloso per la salute dei nostri figli? Ci risponde la Dott.ssa Antonella Gualtieri.

 

La Società Italiana di Pediatria appoggia fortemente la pratica vaccinale da sempre: grazie alle vaccinazioni sono scomparse malattie gravissime come il vaiolo che procurava milioni di vittime e malattie altrettanto gravi come la poliomelite che portava a paralisi invalidante flaccida e addirittura alla morte.  La vaccinazione è uno strumento di difesa dell’individuo e della comunità.”

 

Viviamo un mondo interconnesso e i germi viaggiano con noi, varcano i confini e possono infettare chi non è protetto; le malattie infettive non sono scomparse pertanto i vaccini devono essere effettuati, non sono inutili come molti sostengono, non hanno additivi pericolosi, dal 2002 non contengono più mercurio.

 

Da luglio 2017 la legge prevede l’obbligatorietà dei vaccini per i bambini da 0 a 6 anni e l’ampliamento della vaccinazione dai 6 ai 16 anni: la vaccinazione è diventato un requisito fondamentale per l’iscrizione a scuola. Il numero delle vaccinazioni è 10, ma gran parte venivano già effettuate prima della legge Lorenzin: ci dice la Dott.ssa Gualtieri che “ il primo gruppo di vaccini è il cosiddetto “esavalente” ed è composto da 6 vaccini somministrati attraverso un’unica puntura e ripetuti per tre volte nel corso del primo anno di vita. A questo si aggiunge il quadrivalente, ossia il vaccino antimorbillo, antirosolia, antiparotite e antivaricella. Siamo così a 10 vaccinazioni.”

 

Tutelare la salute dei bambini: è questo il dictat dei medici pediatri e non solo.

Sicuramente sono favorevole alla prevenzione in ogni campo e momento. Circa la nota diatriba tra Autismo e vaccinazioni la Società Italiana di Pediatria è intervenuta dichiarando che non c’è alcuna attinenza tra somministrazione del vaccino e autismo come disse un medico inglese 20 anni fa”.

 

Tutto ebbe inizio nel 1998, quando il medico inglese Andrew Wakefield ( insieme a 12 colleghi del Royal Free Hospital di Londra) pubblicò sul Lancet – famosa rivista medica- uno studio che segnalava un possibile legame tra autismo e vaccino antimorbillo, antiparotite e antirosolia.

Lo studio aveva preso in esame 12 bambini con disturbi dello spettro autistico, che in otto casi erano iniziati a due settimane dall’inoculazione del vaccino. E nonostante la ricerca ammettesse chiaramente di non aver potuto individuare un nesso causale (spiegare cioè perché la vaccinazione provocasse la malattia), per Wakefield era chiaro che ci fosse una relazione.

A svelare la truffa fu, qualche anno più tardi il reporter investigativo Brian Deer, il quale scoprì che il medico aveva modificato i dati della ricerca in modo che confermassero le sue ipotesi: tre dei bambini che nello studio venivano presentati come autistici non avevano, in realtà, mai ricevuto una diagnosi e cinque avevano mostrato segni di disturbi neurologici già prima della somministrazione del vaccino. Nel 2010 Wakefield è stato radiato dall’albo dei medici inglesi.

 

Vaccinare il proprio figlio è un dovere: aggiunge la Dott.ssa Gualtieri “ quello che ritengo opportuno e doveroso ribadire è che prima della vaccinazione il bambino deve essere portato dal pediatra di famiglia per accertarsi delle buone condizioni di salute del piccolo, per tranquillizzare i genitori e spiegare loro cosa dovranno fare.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Tel     0863.36174

Cell. 3271120680

Palazzo Admiral

Via Tiburtina Valeria Km112,00

67050 Cappelle dei Marsi (AQ)

Uscita Autostradale Avezzano

P. IVA e CF 12586261005

 

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page