Cominciare bene ... per proseguire meglio

 

 

 

Sempre più ragazzi e adolescenti soffrono di patologie finora sconosciute nell’infanzia come ipertensione, dislipidemia e diabete di tipo 2. La prevenzione e la cura dell’obesità e delle sue complicanze rappresentano un obiettivo prioritario per tutti, genitori, educatori, medici.

 

In Italia a 9 anni un bambino su 10 è obeso e 2 su 10 sono in sovrappeso, 1 su 20 ha la glicemia elevata e problemi di resistenza insulinica e circa 1 su 3 ha già il fegato grasso, circa il 50% degli adolescenti obesi rischia di esserlo anche da adulti, più del 30% dei bambini obesi ha valori di trigliceridi e/o colesterolo LDL elevati e colesterolo HDL (colesterolo buono) ridotto rispetto ai valori di normalità, condizione che li espone a rischi di sindrome metabolica e alla comparsa di arteriosclerosi in età adulta, sempre più precocemente. Per finire, più del 10% dei bambini obesi ha valori pressori superiori alla norma. Questi i dati allarmanti diffusi pochi giorni fa dalla Società Italiana di Pediatria (SIP) e dalla Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP). 

 

La prevenzione e la cura dell’obesità e delle sue complicanze rappresentano un obiettivo prioritario per tutti, genitori, educatori, medici. L’intervento precoce è decisivo. Il riconoscimento precoce delle condizioni di alterazione metabolica offre la possibilità di intervenire in modo tempestivo ed efficace promuovendone la risoluzione con un corretto stile di vita ed una dieta equilibrata. Al contrario, il persistere nel tempo di livelli di glicemia, lipidi e pressione elevati favorisce la comparsa precoce di diabete, ipertensione ed arteriosclerosi.

 

La chiave per la prevenzione dell’obesità?  Cominciare prima ancora del concepimento. I primi 1000 giorni di vita (gravidanza e primi due anni) sono un periodo cruciale per la salute futura: è ormai scientificamente provato che ciò che accade in questo periodo può influenzare la predisposizione a varie malattie nelle età future. Allattamento al seno, lsvezzamento secondo le raccomandazioni internazionali, niente sale e zuccheri aggiunti sono poi le regole principali da seguire nei primi due anni di vita per prevenire sovrappeso e obesità e quindi l’insorgere di patologie in età adulta.

 

Un passo  cruciale è poi il corretto svezzamento. Quando inizialo? Quali sono gli errori da evitare?  Il passaggio deve avvenire nel momento in cui il latte da solo non è più sufficiente a soddisfare le necessità nutrizionali del bambino. Chiaramente non esiste un momento preciso e uguale per tutti in cui iniziare lo svezzamento: il momento adatto dipende da numerose variabili individuali. In generale tuttavia per bambini nati a termine, normopeso e in buona salute è unanimemente condiviso in ambito scientifico che il divezzamento debba avvenire dopo i 6 mesi. L’allattamento al seno esclusivo nei primi 6 mesi offre benefici per la salute sia per il bambino che per la mamma. Una adeguata valutazione della crescita e dello sviluppo neurofisiologico e anatomo-funzionale da parte del pediatra curante, tra i 4 e i 6 mesi, potrà suggerire il corretto avvio della alimentazione complementare.

 

Compiuto l’anno di vita il bambino può mangiare molti dei cibi destinati agli altri componenti del nucleo familiare se di forma e consistenza facili da masticare e da deglutire e preparati senza sale e zucchero. Tuttavia, il bambino anche dopo i 12 mesi non deve essere considerato un piccolo adulto nonostante possa mangiare quasi tutti gli alimenti occorre tenere presente che ha a esigenze nutrizionali specifiche che il pediatra potrà condividerà con i genitori.

 

E dopo?  La regola principale per tenere lontani sovrappeso e obesità, è seguire un’alimentazione a bassa densità calorica, basata sui principi della dieta mediterranea, con almeno 5 porzioni tra frutta, verdura e ortaggi, privilegiando le fonti vegetali di proteine e ripartire l’alimentazione quotidiana in 5 porzioni. 

 

Ad un corretto regime alimentare va poi aggiunto una moderata/intensa attività fisica di almeno 60 minuti al giorno e per finire un salutare riposo giornaliero: una ricetta valida per ogni età.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Tel     0863.36174

Cell. 3271120680

Palazzo Admiral

Via Tiburtina Valeria Km112,00

67050 Cappelle dei Marsi (AQ)

Uscita Autostradale Avezzano

P. IVA e CF 12586261005

 

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page